AMA music

SENZA MUSICA LA VITA SAREBBE UN ERRORE Friedrich Nietzsche

Martedì Novembre 29, 2022
Home  //  Martina Bernareggi
Martina Bernareggi

Martina Bernareggi

Durante gli anni dell'università inizia a lavorare presso una testata locale continuando l'attività giornalistica in ambito musicale e  sportivo come freelance.
Iscritta all'ordine dal 2007 crea il progetto AMA music per dar voce alle realtà locali o parlare dei grandi nomi con il gusto e l'approfondimento che difficilmente si trovano nel web.

Giovedì, 30 Settembre 2010 09:00

Eventi in Jazz

eventi in jazz busto arsizio

Appuntamento ormai storico della Città di Busto Arsizio, EVENTI IN JAZZ propone quest'anno un programma succulento che troverà espresione presso il Teatro Sociale – Piazza Plebiscito da lunedì 18 ottobre a sabato 23 ottobre, per una settimana all'insegna del jazz.

 

 

 

 

 

Il programma

1 Lunedì 18 ottobre
Ore 21 – The Italian Sax Ensemble featuring Scott Hamilton e Dusko Gojkovic (Homage to Gianni Basso)
Scott Hamilton sassofono tenore
Dusko Gojkovic tromba, filicorno
Claudio Chiara sassofono contralto
Valerio Signetto sassofono contralto
Fulvio Albano sassofono tenore
Nicola Tonso sassofono tenore
Helga Plankensteiner sassofono baritono
Andrea Tofanelli tromba
Danilo Moccia trombone
Gianluca Tagliazucchi pianoforte
Aldo Zunino contrabbasso
Alfred Kramer batteria

Ore 23 Jazz Galà (Gastronomia Crespi)

Martedì 19 ottobre
Ore 21 – Doctor Lonnie Smith - Trio

Dr. Lonnie Smith organo Hammond B3
Jonathan Kreisberg chitarra
Jamire Williams batteria

Mercoledì 20 ottobre
Ore 21.00 – Oregon (Primo concerto del tour italiano)

Ralph Towner chitarra
Glen Moore contrabbasso
Paul McCandless oboe e sax soprano
Mark Walker batteria

Venerdì 22 ottobre
Ore 21 – Roberto Gatto - I Jazz Ensemble 2010

Roberto Gatto batteria e direzione musicale
Gaetano Partipilo sax alto Max Ionata sax tenore
Giovanni Falzone tromba
Roberto Rossi trombone
Alessandro Lanzoni pianoforte
Battista Lena chitarra
Dario Deidda contrabbasso e basso elettrico

Sabato 23 ottobre
Ore 21 – Tullio De Piscopo Swing Machine featuring Mattia Cigalini (Tribute to Max Roach)

Tullio De Piscopo batteria
Mattia Cigalini sassofoni
Mario Zara piano
Yuri Goloubev contrabbasso
Matteo "mammolo" Mammoliti percussioni

Ore 23 Jazz Cocktail (Museum Cafè)

 

CITTA’ DI CASTELLANZA GRANDE JAZZ … all’UNIVERSITA’
Università “C. Cattaneo” LIUC Aula C Bussolati – Piazza Soldini, 5 - Castellanza
(ingresso libero)


Venerdì 5 Novembre
Ore 21 – Francesco Bearzatti “Tinissima Quartet” Plays Malcolm X

Francesco Bearzatti sax tenore, clarinetto
Giovanni Falzone tromba, effetti
Danilo Gallo basso
Zeno De Rossi batteria

Ore 23 Jazz Fantasy (Compass Group)

Venerdì 12 Novembre
Ore 21 – Paolino Dalla Porta Quintet – Urban Raga

Achille Succi clarinetto, clarinetto basso, sax contralto
Beppe Caruso trombone
Roberto Cecchetto chitarra elettrica
Paolino Dalla Porta contrabbasso
Stefano Bagnoli batteria

Venerdì 19 Novembre
Ore 21 – “Jazz & Film: suoni e immagini” – Enrico Intra Trio (con proiezione del film “Ascensore per il patibolo” di Louis Malle) in collaborazione con il Festival Musica Aperta – Omaggio a G. Pasta

Enrico Intra pianoforte
Lucio Terzano contrabbasso
Tony Arco batteria

Ore 23 Wine Jazz (Pro Loco di Castellanza)

 

Informazioni
Comune di Castellanza Ufficio Cultura: 0331/526263

www.comune.castellanza.va.it
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Prevendita biglietti Concerti Città di Busto Arsizio: Ingresso € 7,00 - Abbonamento € 30,00 Teatro Sociale – Piazza Plebiscito, 1 Busto Arsizio – tel. 0331/679000 Mercoledì – Venerdì dalle ore 16,00 alle ore 18,00

Informazioni:
Ufficio Cultura: 0331/390359
www.comune.bustoarsizio.va.it
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Happy Hour: animazione jazz di “Associazione Amici della NuovaBustoMusica” e Aperitivo Evento (€ 3,00) Presso bar e Pasticcerie del Centro.

Sabato 16 ottobre “Pasticceria Oscar” – Cortile di Via Cavallotti, 3
Lunedì 18 ottobre “Pasticceria S. Maria” – Piazza S. Maria, 1
Martedì 19 ottobre “Bar Ovidius” – Via C. Cattaneo, 2
Mercoledì 20 ottobre “Enoshop Bar Franco” – Via XX Settembre, 8
Venerdì 22 ottobre “Caffetteria Cavour” – Via Cavour, 4a
Sabato 23 ottobre “Il Duetto” – Piazza S. Giovanni, 1

Lunedì, 20 Settembre 2010 09:00

Treves Blues Band Live @ Cuggiono

 

Venerdi' 24 Settembre dalle 21.00 presso il Teatro Sacro Cuore in Via Mazzini 27 a Busto Garolfo avrà luogo il concerto della Treves Blues Band

 

INGRESSO GRATUITO!

L'Art Blakey Jazz Club di Busto Arsizio riapre la stagione jazzistica in grande stile con il concerto dei NAKED QUARTET, quartetto che vedrà Emanuele Cisi al sassofono, Andrea Pozza al pianoforte, Massimiliano Rolff al contrabbasso ed Enzo Zirilli alla batteria.

La serata avrà luogo lunedì 27 Settembre 2010 alle ore  21.30 presso la Sede del Club in Busto Arsizio, Vicolo Carpi, 5.

 

 

Per informazioni contattare

- Castelli Achille 348/2233697
- Sig.ra Paola (presso Irte Spa) 0331/797286 int.332

 

NAKED QUARTET

Ancora un repertorio originale firmato dal bassista genovese Massimiliano Rolff, qui eseguito con autentica maestria da alcuni dei musicisti più
importanti della scena nazionale. In bilico fra mainstream e modernità, qualche standard della tradizione ma soprattutto brani originali per dare vita ad una musica che fa dell’esplorazione e della comunicazione tra i musicisti e col pubblico la sua caratteristica preponderante.

CONTATTI

CountBasie Jazz Club
Genova
www.rolff.it – tel. 338525239

Martedì, 07 Settembre 2010 00:00

Rose spara le ultime cartucce

GUNS N' ROSES

www.gunsnroses.com

Luogo: Mediolanum Forum, Assago (MI)
Data: 5 settembre 2010
Evento: Tour 2010
Voto: 6

 

Ad essere cattivi, si potrebbe dire che Axl è ridotto ad un patetico e rubicondo signorotto di mezz’età circondato da una manica di giullari che giocano, senza peraltro apprezzabili risultati, a fare i Guns n’ Roses. Ad essere cattivi si potrebbe anche dire che questo simpatico signore, un po’ affaticato ed appesantito dagli anni, farebbe bene a comprarsi un ranch in Texas e piantarla di trascinarsi a su e giù per un misero palcoscenico davanti ad un pubblico che sembra rubato ad un concerto di Paola e Chiara.

Però essere cattivi in queste circostanze non è per nulla appagante; e poi ci hanno già pensato gli amici dublinesi ad infierire pesantemente sull’ex-icona rock, quindi possiamo tranquillamente evitare.

Il 5 settembre al Mediolanum Forum di Assago suonano i Guns n’ Roses. Unico superstite della formazione originale è Axl Rose, oltre al fido Dizzy Reed. Si mormora che il vocalist non sia esattamente in piena forma, che la sua voce inizi a dare segni di cedimento (come testimoniato dalla non felicissima performance irlandese), ma al botteghino si segnala comunque il sold-out: altro che patetico!

Il palazzetto è gremito, si fatica ad accedere alle tribune. All’orario segnalato sul biglietto non inizia a suonare nemmeno il gruppo spalla, tali satanici Murderdolls che si sono impegnati ad ammorbare la platea per un periodo di tempo che suppongo si sia aggirato attorno all’ora…ma percepito da tutti come infinito.

Il cambio di strumentazione, nonostante l’impegno degli attrezzisti, sfiora i sessanta minuti di lavoro ed il pubblico inizia a scocciarsi. Tuttavia, il temperamento dei fan italiani non è certo quello irlandese, quindi tutti si rassegnano a subire limitando le dimostrazioni di insofferenza a qualche smodato sbadiglio.

All’alba delle 22.30 le luci miracolosamente si spengono mentre si illuminano gli schermi e le grafiche iniziano a scorrere: ecco i nuovi G n’ R. Chinese Democracy apre il concerto, ma a scaldare gli animi ci pensa la successiva Welcome To The Jungle. Però! Sarà anche appesantito, ma la voce non gli manca di sicuro: il suo inconfondibile timbro sembra inalterato, l’estensione vocale ancora decisamente invidiabile; lo sforzo per tirarli fuori e l'aiutino del tecnico del suono un po’ più consistente rispetto ad un paio di decenni fa.

Ecco quindi It's So Easy, Mr. Brownstone e Sorry prima che la scena sia lasciata interamente a Richard Fortus, il cui guitar solo serve più che altro a concedere una tregua ad Axl. Il vocalist torna sul palco sfoggiando una mediocre Live And Let Die, la cui versione McCartiana era preferibile già ai tempi d’oro della band di Los Angeles.

This I Love e Rocket Queen precedono l’assolo di piano dell’acclamato Dizzy Reed: altra "pausa ristoro" per Mr Rose, il cui rientro in scena avviene sulle struggenti note di Street Of Dreams. Solo un altro pezzo, You Could Be Mine, e di nuovo la ribalta è affidata ad un unico strumentista: è la volta dell’assolo di chitarra di DJ Ashba. Forse la voce di Axl è agli sgoccioli? Neanche per idea, la pausa è servita a ricaricarlo per Sweet Child O' Mine: gli acuti non si fanno pregare, il leader dei Guns n’ Roses va su, fino alla fine, e non si risparmia nemmeno una nota che il pubblico si aspetta. Il meritato riposo alle corde vocali dopo l’esecuzione del celeberrimo brano dal celeberrimo riff ha il suono di Another Brick In The Wall, eseguita al pianoforte da Axl. La postazione è quella giusta per la successiva <i>November Rain</i>, il cui esplosivo finale è supportato da un gioco pirotecnico. Ecco quindi l’immancabile Knockin' On Heaven's Door pochi minuti dopo Ron Thal con un magnifico assolo sul tema di The Pink Panther, condito da wah wah, virtuosissimo tapping e gustosi passaggi su chitarra fretless.
Nightrain chiude la scaletta prima dei due bis: Madagascar e la canonica Paradise City.

Chi si aspettava di vedere i Guns n’ Roses anni 90’, sperando di non sbiadire il ricordo dei tempi che furono, oltre che essere partito col piede sbagliato non è sicuramente un individuo particolarmente realista; chi invece è partito prevenuto, ha trovato pane per i suoi denti e la via spianata per sganciare le critiche più selvagge. Tuttavia, se si accetta l’idea di un concerto “soft rock”, con buoni strumentisti (purtroppo costretti ad imitare i loro predecessori) ed un cantante quarantottenne in grado di offrire ancora performances invidiabili, il ricordo della serata può essere più positivo di quanto immaginato.

Sabato, 31 Gennaio 2009 00:00

McCartney al Coachella 2009

Headline di tutto rispetto per la sesta edizione del Coachella Festival che avrà luogo come ogni anno a Indio (California). Manifestazione poco nota in Italia (se non altro per un motivo geografico) vedrà tra il 17 e il 19 aprile l'esibizione di alcuni tra le più note personalità del panorama musicale contemporaneo. Oltre a Paul McCartney, i Cure, i Killers prenderanno parte all'evento Morrissey, Amy Winehouse, My Bloody Valentine, Franz Ferdinand, Yeah Yeah Yeahs, TV On The Radio, Leonard Cohen e Paul Weller, per citare solo i più noti.

Giovedì, 29 Gennaio 2009 00:00

I Depeche Mode svelano le nuove tracce

Uscirà 20 aprile e si chiamerà Sounds Of The Universe il docidesimo album da studio dei Depeche Mode. Come annuciato, il singolo che ne precederà l'usicta sarà Wrong, in uscita il 6 aprile. Ecco la tracklist:

 

 

 

In Chains
Hole To Feed
Wrong
Fragile Tension
Little Soul
In Sympathy
Peace
Come Back
Spacewalker
Perfect
Miles Away/The Truth Is
Jezebel
Corrupt

Giovedì, 29 Gennaio 2009 00:00

All'asta la batteria di Meg White

E' per una giusta causa che Meg dei White Stripes ha deciso di mettere all'asta la batteriia utilizzata nel video The Hardest Button To Button. Il ricavato sarà infatti devoluto a favore di Jim Shaw, pilastro della scena musicale di Detroit, a sostegno della sua battaglia contro il cancro. Tra gli altri oggetti messi all'asta, delle fotografie originali di Iggy and The Stooges.

Mercoledì, 28 Gennaio 2009 00:00

Michel Jackson citato per Thriller

A Jacko le cause legali sembrano non bastare mai. Questa volta è John Landis, regista del celeberrimo videoclip di Thriller (il più costoso nella storia) e relativo making-of, a citarlo per una questione di diritti. Landis sostiene di non aver percepito negli ultimi quattro anni quanto gli sarebbe spettato dei profitti generati dal videoclip (avendo legalmente diritto al 50%). Per ora, nessuna risposta dal fronte Jackson.

Mercoledì, 28 Gennaio 2009 00:00

Gallagher chitarrista mediocre

E' lo stesso Noel Gallagher ad ammettere di non essere granché come chitarrista. «Come dargli torto» ribatte Paul Weller che, a proposito del maggiore dei fratelli "Oasis" afferma: «è molto bravo a mettere assieme gli accordi ed ha uno stile riconoscibile. Il suo modo di suonare tuttavia è rudimentale, ma egli stesso non pretende di essere un dio della chitarra». Per Noel è sufficiente che il suo strumento gli permetta di svolgere il suo ruolo negli Oasis e non gli interessa il paragone con chitarristi di alto livello, come ad esempio due tra i suoi più cari mici, Johnny Marr (The Smiths) e Paul Weller.

Martedì, 27 Gennaio 2009 00:00

Bowie all'anteprima con il figlio

«E’ un film straordinario, incredibile che sia la sua opera prima. Sono molto contento ed orgoglioso di lui». Il commento potrebbe essere di parte, visto che questa sentenza sul nuovo film di Duncan Jones è stata espressa da suo padre. Ma dato che il genitore in questione risponde al nome di David Bowie, possiamo anche crederci ed essere giustamente incuriositi da Moon. Il film, in anteprima il 23 gennaio al Sundance Film festival cui Bowie ha presenziato assieme al figlio, è il primo lungometraggio di Jones e consiste in un sci-fi thriller che vede protagonista Sam Rockwell, già scritturato per Il miglio verde e Confessioni di una mente pericolosa. Moon, che sarà probabilmente distribuito dalla Sony Pictures Classic in giugno, è stato prodotto da Trudie Styler, moglie di Sting.

AMA Radio: scegli la tua musica

Prossimi appuntamenti

« Novembre 2022 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30        

 

ERROR_SERVER_RESPONSE_301