Accedi all'area riservata

Iscriviti alla Newsletter

Partecipa!

AMA music

SENZA MUSICA LA VITA SAREBBE UN ERRORE Friedrich Nietzsche

Mercoledì Gennaio 23, 2019
Home  //  Novità  //  Cinquant'anni dalla conquista dell'America
Domenica, 09 Febbraio 2014 11:19

Cinquant'anni dalla conquista dell'America

Vota questo articolo
(1 Vota)
Beatles in  USA Beatles in USA

Il sette febbraio 1964, venerdì come ieri, i Bealtes sbarcavano in America, per la prima volta nella loro carriera, accolti a braccia aperte da un mare umano di folla estasiata: due giorni dopo sarebbero stati ospiti del notissimo "Ed Sullivan show".



Gli States li avevano conosciuti da poco, sostanzialmente dall'inizio dell'anno, quando il quarantacinque giri di "I want to hold your hand" sbancava Billboard, la classifica americana.


Solo cinque i pezzi presentati durante la trasmissione: prima parte affidata a Paul, anima romantica della band, che sgranava gli occhioni nocciola con l'ultimo singolo "All my loving" e miagolando la cover di "Till there was you".


Poi due successi corali:  "She loves you" e la suddetta "Hold your hand"; a chiudere, ecco "I saw her standing there",  a svelare il lato rock dei ragazzi. Fans, naturalmente, stecchiti dal delirio: si dice che Elvis, malgrado il telegramma di congratulazioni inviato ai quattro, fosse verde di rabbia, nel vedersi spodestato dal suo ruolo di "King of America".

Potevano i nostri lasciarsi sfuggire la possibilità di celebrare le nozze d'oro di un avvenimento simile? Certamente no, e dunque domani, nove febbraio, la CBS, la stessa rete che ospitava l'Ed Sullivan, manderà in onda un happening che raccoglie alcuni tra i nomi più eclatanti dello star system internazionale (un elenco che, come vedrete, comprende anche soggetti difficilmente associabili alle sette note), pronti a festeggiare.
Prima di tutto, ovviamente, i due reduci, Ringo e Paul, centoquarantaquattro anni in due (sarebbero stati pressochè il doppio se fossero stati tutti e quattro ancora vivi..) Poi Lennon e Harrison, o meglio le di loro vedove, Peter Frampton, John Legend, Alicia Keys, Tom Petty, Steve Lukather, gli Eurythmics, solo per citarne alcuni. Ma anche Tom Hanks, Jeff Bridges, Sean Penn, Johnny Depp, e altri ancora, forse non del tutto avezzi alle sale d'incisione...

Uno show (era da dire?) incentrato sul repertorio beatlesiano. La parte più succosa? Certamente i duetti tra i due scarafaggi sopravvissuti: Ringo che accompagna Paul alla batteria in "Hey Jude" e il bassista che ricambia il favore sostenendo Starr nella sua celeberrima interpretazione di "With a little help from my friends".



Che dire? Qualche anno fa avrei aborrito un'iniziativa del genere, l'avrei condita via con sarcasmo, magari ironizzando sui capelli bianchi (in questo caso tinti) dei protagonisti, o sulle voci tremolanti. (Anche se devo ammettere che Ringo tiene ancora bene. Forse canta meglio adesso di cinquant'anni fa...). Ero troppo giovane per accodarmi al trenino del souvenir ad ogni costo (senza nemmeno pensare che, in termini di ritorni economici, eventi di questo genere rappresentano vere e proprie galline delle uova d'oro).


Ma da qualche tempo mi scopro ad ammorbidire questo atteggiamento, oserei dire nichilista, nei confronti del mito e di tutto quanto lo circonda. Sto via via scoprendo, e mi scuso del ritardo, come le celebrazioni, le nostalgie, le rappresentazioni dei ricordi, siano oggi forse lo spettacolo migliore che possiamo aspettarci dai media, data la povertà irreversibile delle nuove proposte. E la musica, (questa musica, è sottinteso) rimane un'emozione che si rinnova ad ogni ascolto, anche a cinquant'anni di distanza.



E' uno dei vantaggi del diventar vecchi. E per le nuove generazioni, che cercano adrenalina nella musica "suonata solo con la batteria", come lamentava già nel 1991 la buon anima di Jannacci, provo solo un pò di pena. Dopotutto, perchè io ho avuto il privilegio di conoscere ed amare questo mondo e loro no?

 

Letto 1517 volte Ultima modifica il Domenica, 09 Febbraio 2014 11:29

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

AMA Radio: scegli la tua musica

Prossimi appuntamenti

« Gennaio 2019 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31      

 

Iscriviti alla Newsletter

Ultimi concerti

ERROR_SERVER_RESPONSE_403