Accedi all'area riservata

Iscriviti alla Newsletter

Partecipa!

AMA music

SENZA MUSICA LA VITA SAREBBE UN ERRORE Friedrich Nietzsche

Martedì Giugno 27, 2017
Home
  1. Recensioni
  2. Video
  3. News

Claudia Cantisani presenterà dal vivo a Milano il 28 gennaio il nuovo album “Storie D’Amore Non Troppo Riuscite” uscito a fine novembre per Crocevia di Suoni e distribuito da IRD.

In concerto - 28 GENNAIO 2014 - MILANO – BLUE NOTE - Ore 21.00

Originalità, personalità brillante, poetica votata ad un’ironia aggraziata e piacevole sono il marchio di fabbrica di questa giovane cantante, accompagnata in questo esordio da una band di musicisti notevoli. Perfezionata al CET di Mogol e transitata da Castrocaro, Claudia Cantisani si dice ispirata dallo swing di Sergio Caputo di "Un Sabato Italiano" che raccoglie tutto l'aspetto "leggero" della vita: testi ironici ma che esprimono consapevolezza; episodi di vita quotidiana messi in musica, con freschezza e sentimento privo di leziosità.

Dopo il grande successo del concerto natalizio, che ha inaugurato la stagione 2013/2014, la rassegna Jazz’Appeal, giunta alla sua tredicesima edizione, prosegue venerdì 17 gennaio, alle ore 21.30 (apertura biglietteria ore 21.00), presso la Sala Planet Soul, in via Magenta 3 a Gallarate (VA), con il BORDER QUARTET: Marco Bianchi al vibrafono, Danilo Moccia al trombone, Stefano Dall’Ora al contrabbasso, Silvano Borzacchiello alla batteria.

 

Giovedì, 09 Gennaio 2014 20:10

Happy 70s Jimmy!

Come omaggio ai primi 70 anni dell'oscuro chitarrista dei Led Zeppelin, Jimmy Page o forse Zoso, vi riproponiamo questa bellissima storia di musica scritta da Cesare Romana. 

Se sapesse l'italiano, son sicura che apprezzerebbe.

Leggi la Storia di musica n. 5 - Jimmy Page

Vota questo articolo
(3 Voti)

Evidentemente Davide Bernasconi, pensando a questo spettacolo, non voleva trarre ispirazione dal teatro canzone, che dopo i suoi padri illustri ha vuto seguaci degni e messe in scena di tutto rispetto; è altrettanto chiaro che lo spunto non sia arrivato nemmeno quel teatro di narrazione reso nobile dai monologhi di alcuni grandi che hanno fatto dell'uso del dialetto (mi viene in mente in particolare quello veneto...) una cifra stilistica e uno stumento pratico usato per il riesame di valori universali.
E' tuttavia un dato di fatto che Terra e Acqua non sia stato ispirato nemmeno dal cantautore Van De Sfroos, ma piuttosto dai fantasmi nascosti nella mente del "bambino Davide" che a parere di chi scrive non avevamo bisogno di essere liberati più di quanto non lo fossero già stati, in modo eccelso, dalla musica e dai versi di Davide Van De Sfroos.

Informazioni aggiuntive

Giovedì, 09 Gennaio 2014 16:59

Marco Mengoni guarda alla Spagna

Concluso trionfalmente, di fronte ad un pubblico di 100.000 persone, un anno di soddisfazioni ed obiettivi raggiunti, é finalmente arrivato per Marco Mengoni il momento di riposarsi e concentrarsi su un nuovo progetto.

Il giovane artista di Ronciglione rivela però che il primo tra i suoi propositi per il 2014 é quello di varcare con la propria musica i confini italiani, ed in particolare partire alla "conquista" della Spagna, dove giá gode di una certa notorietá.

Vota questo articolo
(2 Voti)

"Can you feel my heartbeat" sussura il predicatore solenne, sporto verso il pubblico, sorretto dalle mani dei fan devoti che premono contro il suo petto. Si sentiva, eccome, quel battito. Si tastava, con le dita, tra le prime file e si percepiva, fisicamente, fino alle ultime, spinte fino alla parete opposta di un Alcatraz sold out. Nick Cave, si sa, è ieratico, domina la folla col solo gesto di una mano e la fa vibrare a suo piacimento. Ma Cave è anche uno della folla, non ha paura di mescolarsi al pubblico, di partecipare ai suoi sussulti, aizzandolo come un condottiero carismatico al grido noise scatenato dai suoi Bad Seeds. E quando il muro sonoro si infrange ecco affiorare il lato più introspettivo di Cave, capace di picchi si estremo lirismo, che seducono con la profondità di una voce suadente.
L'attacco di We No Who U R è già di per sè sconvolgente: il pubblico è in balìa di Cave e pronto ad essere trasportato attraverso Jubilee Street nel vivo di una performance che lascerà il segno. Il crescendo noise arriva al climax sulle note finali del brano, quando la tensione viene sciolta dalle parole del cantante che invita i fotografi a lasciare le loro postazioni con un ironico "Arrivederci fotografi".

Informazioni aggiuntive

Lunedì 2 dicembre, ore 20.30, Teatro del Gatto, Ascona (via Muraccio 21)

TINA BROWN & THE GOSPEL MESSENGERS (USA)

TINA BROWN, direttrice, soprano
RHONDA PRESTON, soprano
DEBORAH JACKSON, soprano e alto
NANCY MILLSAP, alto e tenore
FRED DUBOSE, tenore
FRANK MENZIES, piano e baritono

Il tradizionale concerto gospel che il Jazz Cat Club organizza tutti gli anni nel periodo che precede le feste natalizie, propone lunedì 2 dicembre alle 20.30, al Teatro del Gatto di Ascona, un concerto da non perdere con i Gospel Messengers, un entusiasmante gruppo a cappella di Chicago composto da sei cantanti afroamericani, quattro donne e due uomini, che a turno fungono da solista.

AMA Radio: scegli la tua musica

Prossimi appuntamenti

« Giugno 2017 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30    

 

Iscriviti alla Newsletter

Ultimi concerti

Ultime recensioni

     
     
     

ERROR_SERVER_RESPONSE_403